20 maggio 2016

Salerno: marocchini (ma va?) stuprano una ragazza in spiaggia, arrestati

Una notte da dimenticare per una ragazza di Salerno, vittima di stupro. Due marocchini l ’hanno assalita mentre fumava una sigaretta sulla spiaggia di Santa Teresa a Salerno e hanno abusato di lei per tutta la notte.  È successo due giorni fa. Ma solo ora si conoscono gli aggressori. I due uomini, dopo aver comprato delle birre, l'hanno accerchiata, poi l'hanno trascinata in un luogo nascosto per violentarla. "Speravo solo finissero", ha detto poi la ragazza.

La vittima, nata in Marocco e con la cittadinanza italiana, stava ripassando gli appunti per l'esame che avrebbe dovuto sostenere il giorno successivo. E per rilassarsi si è seduta su una panchina per fumare una sigaretta. I due uomini le si sono avvicinati per chiederle 50 euro. Poi mentre uno dei due marocchini è andato a comprare due birre, come se quello che stavano per fare fosse un gioco, l'altro la teneva sott’occhio.

La giovano ha provato a scappare, ma i due immigrati l'hanno bloccata, le hanno abbassato i pantaloni e l'hanno violentata.  Non contenti, dopo lo stupro, uno dei due marocchini è andato via mentre il secondo ha costretto la ragazza a prendere la macchina e a guidare fino al giorno successivo. Poi la giovane è riuscita a chiamare un amico che a suo volta ha allertato i Carabinieri. I militari hanno trovato il marocchino violentatore, che si chiama Makkak, nella macchina insieme alla ragazza. Dopo due giorni, invece, i carabinieri sono anche risaliti al secondo stupratore immigrati, un marocchino di 40 anni.

Nessun commento:

Posta un commento